domenica , 29 luglio 2018
Ultime poesie:
Home » Degustazioni » Serata pazza rossi internazionali
Serata pazza rossi internazionali

Serata pazza rossi internazionali

 

 

 

 

 

 

Commento generale della serata

Seconda serata “pazza” nel senso che si può portare di tutto. Stavolta anche più pazza della prima che spaziava solo fra tutti i rossi italiani perché è la volta di tutti i rossi del mondo: difficilissimo riconoscere vitigni e zone dei cinque continenti. Tutto sommato va meglio della prima, quasi tutti riconoscono almeno il vino portato da loro.

I vini sono ottimi, tanto è che  quello che ha  ricevuto meno punti ha comunque una media di 85/100. Spicca su tutti un vino  di un’altra categoria che fa schioccare le lingue e che arriva ovviamente primo. Quando strappiamo la carta stagnola prendiamo atto di aver degustato un grande Sant Emilion: Chateau L’Angelus. Questo anche a sfatare la maledizione che  in degustazione cieca un grande vino rischia di arrivare dietro ai suoi parenti poveri che costano un decimo del suo prezzo: che era il più grande l’avevamo riconosciuto tutti anche senza leggere l’etichetta.

Al solito i vini estremamente biodinamici come “Ottocento” di un produttore croato ci fanno discutere perché all’inizio sembrano avere dei difetti che, invece, dando tempo e ossigeno spariscono e lasciano il posto a prodotti buonissimi e ricchi di personalità.

 

Classifica serata pazza internazionale

 

1° Ch. Angelus 2008 Premier Gran Cru Classè S. Emilion.

Rubino violaceo fittissimo.

Al naso marmellata di fichi, mora, liquirizia, cacao. Un tocco mentolato, poi grafite e legno.

Bocca morbida attraversata da flussi di freschezza. Tannini di liquirizia. Grande persistenza.

 

2° Duas Quintas 2011 Adriano Ramos Pinntos Douro Portugal.

Rubino molto fitto con sfumatura viola.

Apertura olfattiva molto dolce con confettura di ciliegia, prugna e mora. Poi un tocco di legno di cedro. Un sospiro balsamico, tabacco, caffè e cioccolato.

Bella bocca fresca e tannica, ma anche morbida e potente. Formidabile trama alcolica che riempie la bocca e porta ovunque sapore e personalità.

 

3° Marques de Caceres 2007 Rioja Espana.

Granato fitto molto vivo con sfumature di melanzana.

Subito sentori importanti come tabacco, cuoio, liquirizia e cioccolato. Poi confettura di ribes e sensazione minerale.

Grande bocca, grande trama alcolica, tannini perfetti e acidità equilibratrice. Grande anche la sapidità. Chiude con un tocco di ossidazione che ci sta bene e che sembra assolutamente cercata.

 

4° Ch. Domain de l’Eglise 2008 Pomerol.

Granato fitto con sfumature violacee.

Profumo intenso di liquirizia, vaniglia e tabacco dolce. Confettura di prugna , bergamotto.

Bocca fresca e sostenuta da tannini buoni e ammorbiditi.

 

5° Buzbag 2012  Kelasik  Kayra Turchia.

Rubino con sfumature granata e unghia aranciata di media fittezza. Floreale di viola, poi confettura di lamponi. Vaniglia e chiodi di garofano, liquirizia e un tocco di erbaceo.

Bella bocca elegantemente evoluta, ma anche molto giovanile e dinamica grazie alla ottima freschezza e a tannini molto morbidi.

6° “Ottocento” Giorgio Clay 2009 Croazia ( 85% Refosco 15 Cabernet)

Viola melanzana fittissimo.

All’inizio sembrava avere un difetto che invece con l’ossigenazione e li tempo è sparito.

Profumo molto speziato con tanto pepe, chiodo di garofano e vaniglia. Poi confetture di piccoli frutti di bosco rossi e goudron.  Terra e humus.

Bocca fresca e intensa.

 

7° Rioja 96 Reserva Contino Vina de l’Olivo.

Granato molto fitto. All’inizio qualche difettuccio che poi sparisce e lascia ottime impressioni.

Confettura di ciliegie, un tocco erbaceo, leggero affumicato, noci, legno di cedro e amaretto.

Bocca potente e lunga, grande equilibrio e persistenza.

 

8° Cap Mentelle Shiraz 2010 Australia

Rubino violaceo molto fitto.

Naso intenso, molto fruttato, con mora e mirtillo in primo piano. Poi con caramella mou e liquirizia, un soffio di balsamico eucalipto e vaniglia.

Bocca tabaccosa e con sensazioni di liquirizia. Tanni ammorbiditi e avvolgenti. Grande trama alcolica compensata da bella freschezza. Persistenza.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Scroll To Top