domenica , 29 luglio 2018
Ultime poesie:
Home » Degustazioni » Pinot Nero nel gruppo Epicuro.
Pinot Nero nel gruppo Epicuro.

Pinot Nero nel gruppo Epicuro.

 

 

Il gruppo Epicuro

Questo gruppo si è appena formato con persone che stanno frequentando il Corso Ais nella sede del Canavese. Ancora non ha un nome scelto. Provo a dargliene uno temporaneo: Epicuro e capirete presto perché.  Io, che sono stato il loro istruttore per alcune lezioni del secondo anno, ho avuto il piacere di essere invitato nelle prime due occasioni di incontro. La prima serata è stata creata per iniziativa della coppia Flavia e Bob che hanno generosamente offerto le bottiglie di Chablis tema della serata e una merenda sinoira eccezionale. Nella seconda che vado a descrivere abbiamo degustato Pinot Nero: cinque prodotti che ci sono piaciuti molto.

Ma, al di là della degustazione alla cieca indispensabile per conservare una memoria gusto olfattiva dei principali vitigni e vini quello che caratterizza questo gruppo è la gran voglia di divertirsi, mangiando a quattro palmenti, cantando le canzoni che conosciamo tutti accompagnati dalla chitarra di Bob e di Leone. Arrivando addirittura a ballare e fare il trenino e la cosa fantastica è che tutti sono sulla stessa linea, tutti partecipano a tutto e si crea un’armonia che non ha  niente da invidiare a quella degli splendidi vini degustati. Le degustazioni, molto inusitatamente, iniziano nel primo pomeriggio così abbiamo tutto il tempo per svolgere diligentemente il compito che ci siamo dati e poi lasciarci andare ad una vera e propria festa dionisiaca guidati dal vino, dall’amicizia, dalla voglia di creare momenti belli e accumunanti.

La degustazione di Pinot Nero: la classifica e descrizione.

1° Pinot Nero  Villa Barthenau. Vigneto Sant’Urbano. Hofstatter 2007

Limpido, rubino piuttosto carico con sfumature granato e unghia aranciata.

Naso complesso, intenso e fine: frutti di bosco misti, cioccolato, caffè, castagne, vaniglia e chiodo di garofano.

Bocca importante, molto gustosa. Tannini importanti molto ammorbiditi. Calda trama alcolica e lunga persistenza.

 

2° Blauburgunder Nigl.  Austria 2010

Limpido, consistente, granato molto scarico con ricordi di rubino.

Naso di grande impatto: confettura di mirtillo, rosa canina, bacche di sambuco, cuoio e tamarindo. Una sfumatura di vaniglia.

La bocca è elegante con grande trama alcolica e perfetta freschezza. I tannini sono perfetti. Persistente.

3° Chambolle Mousigny. Confuron Coietidot. 2007

Limpido, granato scarico con riflessi aranciati. Consistente.

Olfatto intenso, fine e complesso. Confettura di prugna e di mirtilli. Liquirizia, cuoio giovane, tabacco, sottobosco, leggera vaniglia e noce moscata.

La bocca è elegante ed equilibrata. I tannini sono evidenti e ben smussati. Bella freschezza, molto gustoso. Persistente.

4° Pinot Nero Montigl. Cantina di Terlano. 2010

Limpido, rubino scarico con unghia granata.

Intenso, complesso, fine. Sottobosco e funghi, muschio, castagne, leggero affumicato. Burro di arachidi, legna tagliata. Moca, caminetto.

Bocca di buon gusto e ampiezza. Il vino si apre molto e arricchisce ogni angolo della cavità orale. Il tannino è ottimo, i tannini perfettamente levigati. Persistente.

5° Pinot Nero Meran. Hofstatter. 2013

Limpido, rubino scarico con riflessi granata. consistente.

Intenso, complesso, fine. Cugnà, lampone, fragolina di bosco. Ciliegia, muschio, cioccolato bianco, arachidi.

Bocca elegante, un po’ leggera. Struttura contenuta, grande freschezza. Solo abbastanza persistente.

In sintesi un vino semplice e corretto da bere tutti i giorni.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Scroll To Top