lunedì , 30 luglio 2018
Ultime poesie:
Home » Degustazioni » Lo Chablis
Lo Chablis

Lo Chablis

 

Serata di degustazione Chablis

 

Sono stato invitato a una degustazione di un gruppo nascente che, per ora, potremmo chiamare il gruppo di Bob e Flavia dai nomi degli organizzatori.

La serata è stata particolarmente piacevole non solo per i vini degustati, ma anche per i meravigliosi manicaretti offertici dai padroni di casa e un gran finale con chitarra e canti corali.

Ma veniamo alla degustazione: il tema era Chablis e, proposti alla cieca, c’erano i rappresentanti di tutte e quattro le AOC: Petit Chablis, Chablis, Premier Cru e Grand Cru. Tutti i prodotti degustati erano molto buoni, tutti molto tipici con invasione di profumi minerali che a me ricordano particolarmente il gesso e qualcuno definisce di “pietra focaia”, “polvere da sparo”, “miccia di cannone”.

Fra tutti si distingueva bene sia al colore, sia al naso e in bocca, il Petit Chablis, molto beverino, ma anche con grossi limiti di spessore e di intriganza.

L’altra cosa che è saltata agli occhi, una volta svelate le etichette, era che il Grand Cru che costa almeno 70 euro non era talmente più interessante del Premier Cru che costa poco meno di un terzo da giustificare il rapporto fra prezzo e qualità.

In ogni caso, dal più piccolo al più grande, lo Chablis si è rivelato un vino elegantissimo ed essenziale nei suoi richiami minerali al terroir dominato dal terreno composto in massima parte da miliardi di scheletri di conchiglie polverizzati, un vino esente da quegli eccessi ruffiani di fruttato e speziato che piacciono tanto ai neofiti e agli amanti di sensazioni un po’ sdolcinate.

 

 

 

 

 

Ma veniamo alla classifica e alla descrizione dei vini

 

La classifica

 

1° Jan Collet, Montée de Tonnerre  Premier Cru 2011

Paglierino con riflessi dorati e verdolini, consistente.

Molto classico il profumo che apre con pietra focaia e continua con pompelmo e mandarinetto cinese, quindi pesca e leggera tostatura.

Bocca grassa e sapida. Il vino si espande molto una volta in bocca. Grande persistenza.

 

2° La Chablisienne,  Grenuille  Grand Cru 2010

Paglierino con riflessi sia dorati che verdolini.

Naso elegante molto “gessoso” ed erbaceo. Molti agrumi, poi paglia e burro di nocciole.

In bocca freschissimo, caldo e di grande spessore. Finale leggermente e piacevolmente amarognolo di mandorla.

 

3° Michel Picard Chablis 2011

Paglierino riflessi sia dorati che verdolini. Molto consistente.

Al naso molto gesso e polvere da sparo. Vegetale e aromatico di erbe da cucina, soprattutto salvia, poi verbena, burro e leggera radice di liquirizia.

Bocca grassa, bella trama alcolica grande freschezza  e sapidità.

 

4° La Chablisienne Petit Chablis 2012

Paglierino con riflessi fortemente verdolini. Cristallino, consistente.

Al naso gesso, poi agrumi e uva spina, fiori di acacia.

La bocca è molto minerale, cioè sapida. Grande freschezza. Molto giovanile e beverino. Ha uno spessore limitato.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Scroll To Top